Il 22enne velocista di San Marino, ha stabilito il record prima al meeting di Roma, nello stadio dei Marmi, con il tempo di 10.56 e successivamente lo ha ritoccato due giorno dopo portandolo a 10.47


Il suo 10.47 migliora di 13 centesimi il precedente record di Gian Nicola Berardi (10.60). Il tempo di Sansovini è di livello assoluto, visto che si tratta di una delle migliori prestazioni annuali nella sua categoria.

Mai nessun atleta sammarinese aveva superato la barriera dei 10.60, e così Francesco ha ottenuto qualcosa di straordinario e battibile (per ora) solo da lui stesso: ha ottenuto negli ultimi mesi un’autentica escalation, passando dalla finale agli italiani Indoor alla migliore prestazione di categoria a serio candidato per il titolo ai prossimi Giochi dei Piccoli Stati sui 100m, che andrà a giocarsi a Malta il prossimo anno.

Sansovini è nato a San Marino e corre per l’Olimpus Atletica, allenato dal tecnico Dan Mitirica, diventa il miglior velocista sammarinese di ogni epoca entrando così nella storia dell’atletica leggera della Repubblica di San Marino.

I record dell’atletica leggera sono uno degli aspetti delle competizioni sportive che attirano maggiormente l’attenzione degli sportivi. La ricerca del record è già un appuntamento affascinante per l’atleta, se poi il record è la migliore prestazione nazionale di sempre è un raro evento molto coinvolgente.

La realizzazione dei record nell’atletica leggera richiede tanta passione, sacrificio e soprattutto l’approccio al lavoro di uno staff con metodo e organizzazione. L’organizzazione ottimale dello staff tecnico, un metodo di lavoro preciso basato, sull’innovazione e l’aggiornamento continuo, congiunto a un’ottimale qualità della società, permettono di lavorare con professionalità determinando ricadute fondamentali in termini di performance sportive.

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.